pesaro urbino     sassari     ancona     lecce     l'aquila     reggio calabria     salerno     catania     perugia     foggia     savona     genova     venezia     roma     udine     vicenza     ragusa     napoli     verona     bari     torino     palermo     brescia     bologna     padova     milano     pescara     ascoli piceno     taranto     firenze  

  brescia     l'aquila     roma     lodi     treviso     padova     varese     pisa     catanzaro     reggio emilia     cosenza     taranto     milano     catania     chieti     reggio calabria     bari     bologna     caserta     modena     parma     la spezia     lecce     ancona     pesaro urbino     verona     napoli     vicenza     genova     avellino  

  terni     milano     genova     rimini     modena     firenze     varese     pescara     palermo     arezzo     vicenza     padova     bologna     perugia     bari     verona     udine     catania     ancona     pavia     brescia     torino     roma     venezia     Repubblica San Marino     ascoli piceno     teramo     napoli     caserta     bergamo  

Banner Dental

Ortodonzia.com Corsi Ascoli piceno (AP)

Corso di Ortodonzia Master per Odontotecnici

Carissimi Odontotecnici: dopo un'esperienza esclusiva di quasi vent'anni nel settore tecnico-ortodontico, ho il piacere di presentare un'assoluta novità nel settore della formazione professionale. Un Corso Master intensivo, di circa 6 mesi, dove avrete la possibilità di apprendere tutte le conoscenze necessarie per la progettazione, fabbricazione ed immissione in commercio dei dispositivi ortodontici. Il Corso avrà la durata di 100 giorni lavorativi consecutivi per un totale di 800 ore circa e sarà riservato esclusivamente a 2 partecipanti, in tal modo avrete la garanzia di essere seguiti continuamente e correttamente nel vostro iter formativo. Il Programma prevede una fase iniziale introduttiva al settore ortodontico, si passerà poi all’analisi merceologica e a semplici esercizi di modellazione dei fili ortodontici e, step by step, sarete in grado di fabbricare interamente i maggiori dispositivi. Al termine del Programma d’insegnamento avrete così acquisito conoscenze,capacità e manualità tali da poter avviare un’attività imprenditoriale per vostro conto o poter gestire il settore tecnico-ortodontico nell’ambito di un laboratorio odontotecnico. Vi verranno impartite lezioni e suggerite esperienze riguardanti il settore merceologico, il management ed il marketing. Lavorerete nel rispetto delle normative vigenti riguardo: la progettazione e fabbricazione dei dispositivi medici su misura (D.Lgs 46/97 ex 93/42 CEE), la privacy e la sicurezza. Maggiori info su: www.ortitalia.it

  • Sig.Marozzi Graziano
  • corso
  • Ascoli Piceno (ap)
  • Inizio: 2008-09-06 00:00:00 - Fine: 2009-02-13 00:00:00
  • Telefono: 3473722375 | Fax: ortitalia@alice.it

I° Congresso Nazionale S.N.O.I

S.N.O.I. Società Nazionale Ortodontico Implantare Respirazione orale ed ortodonzia L'implantologia nell'ausilio dell'ancoraggio ortodontico. Attuali orientamenti nella chirurgia riabilitativa e ricostruttiva delle ossa mascellari.

  • Prof. E.Giannì, Prof.C.Chimenti Prof. A.B. Giannì
  • convegno
  • San Benedetto del Tronto (ap)
  • Inizio: 2006-03-11 00:00:00 - Fine: 2006-03-11 00:00:00
  • Telefono: 0735 656670 | Fax: dinocappare@tiscali.it

Congresso Nazionale Accademia I.A.P.N.O.R. “PUNTO NEUTRO” – “SPAZIO LIBERO” – “DIMENSIONE VERTICALE”. Determinanti dinamiche per la riabilitazione occlusale: aspetti diagnostici, terapeutici e di laboratorio

Da sempre l’aspirazione dell’odontoiatra in ambito protesico è quella di realizzare una protesi che sia funzionalmente integrata. La ricerca e il confronto puntuale con discipline “altre” hanno portato all’individuazione di parametri che consentano in ambiti diversi di verificare e interpretare, con un linguaggio comune, ovvero “interdisciplinare, le relazioni tra i sistemi corporei. Questi concetti hanno come espressione applicativa la realizzazione di manufatti protesici che trovano il loro naturale e fisiologico confine nell’integrazione dinamica della struttura artificiale con il resto del corpo. Durante questi dodici anni di attività, ricerca e confronto la I.A.P.N.O.R. ha sempre perseguito tale obiettivo e il Convegno Nazionale di questo anno propone all’odontoiatra un approccio diagnostico e terapeutico, che attraverso una semeiotica fisica e strumentale, possa consentire la realizzazione di manufatti nel rispetto del sistema neuro-mio-fasciale. Nello spirito di un confronto costruttivo tra i diversi partecipanti, saranno presentati protocolli diagnostici e terapeutici per la riabilitazione neuro-mio-fasciale odontoiatrica (in protesi fissa, mobile, combinata e su impianti) e principi guida per l’armonizzazione funzionale tra struttura dento-scheletrica e strutture visco-elastiche.

  • Dott. O. Gorrieri, Dott. S. Tucci, Dott. G. Pagnoni, Dott. R. Vitiello, M. Strada D.O., Dott.ssa G. Barlafante, Dott. V. Cozzolino, Dott. P. Brunori – Dott. M. Brunori, Sig. R. Fiora, Dott. W. Veneziano – Sig. A. Barra, Dott. V. Vannucchi, Dott. L. Giunto
  • convegno
  • San Benedetto del Tronto (ap)
  • Inizio: 2005-10-14 00:00:00 - Fine: 2005-10-15 00:00:00
  • Telefono: 0735/781520 | Fax: iapnor@iapnor.org

PROTESI MOBILE TOTALE NEUROMUSCOLARE

Il corso della durata di tre giorni, rivede le basi di anatomia, fisiologia e semeiotica nell'ottica di una gnatalogia neuromuscolare. Spiega i principi di funzionamento degli strumenti di registrazione e misura (Kinesiografo - Elettromiografo) e le ragioni dell'applicazione di uno strumento quale la T.E.N.S. per il rilevamento del fisiologico rapporto mandibolo-cranico individuale. Siamo certi che per affrontare problematiche occlusali in qualsiasi branca odontoiatrica sia necessario conoscere le basi neurofisiologiche, terapeutiche e tecniche che guidano l'ideazione e la realizzazione della protesi mobile totale neuromuscolare. L'altezza verticale, lo spazio libero fisiologico, le curve di Spee e di Wilson, l'orientamento delle cuspidi e delle faccette di contatto, sono la guida per la costruzione della protesi mobile totale neuromuscolare e sono i principi che dovrebbero essere utilizzati in qualsiasi trattamento odontostomatologico. Il corso vede alternarsi sul paziente, fasi cliniche (Dott. R. Cattaneo) e fasi tecnico-costruttive (Sig. R. Fiora), per evidenziare tutti i vari e necessari passaggi Odontoiatra-Odontotecnico al fine di realizzare clinicamente (nel rispetto dei parametri funzionali individuali) e tecnicamente (riproducibilità in laboratorio delle varie fasi mediche) il manufatto protesico, che verrà consegnato al paziente il 3° giorno dell’incontro con rispettivo controllo funzionale. PROGRAMMA ore 08.30 inizio lavori 1° giorno Teoria • Gnatologia neuromuscolare (secondo B. Jankelson) • Gnatologia neuro-mio-posturale (secondo L. Balercia) spazio libero, posizione neutra, dimensione verticale, piano occlusale, rapporto cranio-mandibolare definizioni e misurazioni • Concetto di spazio libero funzionale • Concetti di barriera e dei 4 confini protesici Fase medica Registrazione e funzionalizzazione dei margini protesici (1° CONFINE) A. impronta in alginato con T.E.N.S. B. funzionalizzazione del portaimpronte individuale Fase tecnica Costruzione porta impronte individuale Teoria • Le basi elettro-neurofisiologiche della T.E.N.S., stimolazione dei tronchi del V e VII paio dei nervi cranici • Stimolazione elettrica transcutanea ad ultra bassa frequenza – nozioni di elettroterapia Fase medica Funzionalizzazione del porta impronte individuale secondo la metodica neuromuscolare sotto T.E.N.S. Fase tecnica Sviluppo modelli Master, costruzione dei valli di occlusione secondo metodica neuromuscolare con parabolidi metallici ore 08.30 inizio lavori 2° giorno Pratica Conoscere la T.E.N.S. di uso odontoiatrico – applicare nel punto appropriato gli elettrodi – imparare ad individuare la soglia clinica ed il punto neutro individuale della mandibola (rest – position) – misurare la dimensione verticale individuale – registrare il rapporto cranio- mandibolare individuale con T.E.N.S. Fase medica a) Rapporto cranio mandibolare e spazio libero (2° CONFINE) registrazione della cosiddetta miocentrica b) Registrazione dello spazio libero linguo-buccale (piezografia); evidenziazione delle aree di conflitto tra la funzione della lingua, delle labbra e delle guance (3° CONFINE), funzionalizzazione dello spazio linguo-buccale occupato dalle basi protesiche e dalle arcate dentarie Fase tecnica Montaggio dei modelli sul simulatore occlusale e montaggio dei denti secondo le registrazioni della fase medica a) e b) Fase medica Prova estetica e funzionale Fase tecnica Resinatura, rifinitura e lucidatura della protesi ore 08.30 inizio lavori 3° giorno Fase medica Controllo e consegna della protesi Teoria Cenni di lettura e di interpretazione dei tracciati elettromiografici e kinesiografici Fase medica Valutazione della integrazione del manufatto protesico eseguito a livello locale (apparato stomatognatico) e generale (neuro mio posturale) (4° CONFINE) Principi fondamentali per l’utilizzo dei manufatti odontoiatrici - protesi fissa, mobile o combinata, E.LI.BA. (Elevatore Linguale Balercia), R.O.N.M.P. (Riequilibratore Occlusale Neuro Mio Posturale) - in gnatologia neuro mio fasciale Ampio spazio verrà dato alla discussione con i partecipanti in merito ai principi sopraccitati *L’ordine espositivo potrà essere modificato in rapporto alle esigenze sorte durante il corso verifica mediante questionario chiusura lavori 3° giorno - ritiro schede E.C.M. - consegna attestati di partecipazione

  • Dott. R. Cattaneo - Sig. R. Fiora
  • corso
  • San Benedetto del Tronto (ap)
  • Inizio: 2005-11-17 00:00:00 - Fine: 2005-11-19 00:00:00
  • Telefono: 0735/781520 | Fax: iapnor@iapnor.org

ELEVATORE LINGUALE BALERCIA (E.LI.BA.)

Il Corso fornisce le basi per progettare e realizzare in laboratorio l’ELEVATORE LINGUALE BALERCIA, nel rispetto delle informazioni anatomo-funzionali della registrazione con il Myoprint. Particolare importanza sarà data ai mezzi di ancoraggio del manufatto evidenziando i comuni errori nella tecnica di realizzazione. Ogni partecipante realizzerà un Elevatore Linguale Balercia (E.LI.BA.) seguito dal relatore. PROGRAMMA Ore 8.30 inizio lavori 1° giorno TEORIA • Introduzione: Elevatore Linguale Balercia • L’ELIBA in ortodonzia • L’ELIBA in protesi parziale • L’ELIBA in protesi totale • L’ELIBA in protesi fissa • Errori comuni da evitare Ore 18.30 chiusura lavori 1° giorno Ore 8.30 inizio lavori 2° giorno PRATICA • Analisi del Myoprint pervenuto in laboratorio • Duplicatura del Myoprint con particolare attenzione all’anatomia dell’impronta • Modellazione dell’ancoraggio • Brasatura • Rifinitura • Controllo del manufatto • Discussione finale Ore 18.00 verifica mediante questionario Ore 18.30 chiusura lavori 2° giorno e consegna attestati di partecipazione

  • Sig. D. Capparè
  • corso
  • San Benedetto del Tronto (ap)
  • Inizio: 2005-06-10 00:00:00 - Fine: 2005-06-11 00:00:00
  • Telefono: 0735/781520 | Fax: iapnor@iapnor.org

ELETTROMIOGRAFIA, KINESIOGRAFIA, T.E.N.S. PER USO ODONTOIATRICO E RIEQUILIBRATORE OCCLUSALE NEURO MIO POSTURALE (R.O.N.M.P.)

FASE MEDICA - L’incontro si sviluppa in tre giornate durante le quali verranno analizzati gli aspetti teorici, tecnici e clinici delle metodiche in discussione. Ampio spazio verrà lasciato all’aspetto pratico mediante esecuzione di esami e test strumentali. Lo scopo del corso è quello di fornire un bagaglio di nozioni necessarie per utilizzare le strumentazione e la metodica neuro mio posturale nelle varie condizioni affrontate nella comune pratica clinica. Verranno altresì discussi i principi teorici e pratici che guidano alla costruzione del Riequilibratore Neuro Mio Posturale (R.O.N.M.P.). Inoltre, ogni partecipante al corso eseguirà le fasi che guidano alla realizzazione clinica del R.O.N.M.P. nel rispetto dei parametri funzionali individuali. FASE TECNICA - Sotto la guida di un Tecnico esperto, gli Odontotecnici partecipanti al corso realizzeranno un R.O.N.M.P. Verranno evidenziati, in fase di realizzazione, tutti i passaggi tecnici necessari per rispondere fedelmente in laboratorio alle esigenze dell’Odontoiatra (riproducibilità delle varie fasi cliniche), per produrre un manufatto che abbia le caratteristiche strutturali adeguate alla filosofia neuro mio posturale. La parte prettamente pratica per odontotecnici inizia la mattina del 2° giorno ma è obbligatoria la partecipazione insieme al proprio medico sin dal 1° giorno per acquisire la necessaria conoscenza di terminologie e materiali. Inoltre il pomeriggio del 1° giorno gli odontotecnici fungeranno da partner per il medico nell’esecuzione della registrazione cranio mandibolare. PROGRAMMA FASE MEDICA Ore 08.30 Inizio lavori primo giorno * Basi teoriche del funzionamento della TENS Teoria * L’area di applicazione degli elettrodi per TENS Pratica * La soglia clinica dell’impulso elettrico Teoria * Il rapporto cranio mandibolare rilevato con TENS Pratica * Spazio Neutro, Barriere, Posizione Neutra, Dimensione e TENS Teoria * Scopi e limiti della TENS per uso odontoiatrico (Protesi, RONMP, ELIBA, Studio casi, test di provocazione) Teoria Ore 13.30 Pausa Ore 14.30 Ripresa lavori * Materiali e metodi Teoria * Applicazione degli elettrodi per TENS dopo aver rilevato l’area corretta Pratica * Ricerca e valutazione della soglia clinica Pratica * Registrazione del rapporto mandibolo cranico con l’uso della TENS Pratica * Come trattare e manipolare il Myo-print Pratica * Valutazione e discussione del rapporto registrato Pratica Nella seconda parte del pomeriggio ogni Medico presente al corso produrrà una registrazione cranio mandibolare corretta. Questa registrazione verrà utilizzata dal Tecnico per realizzare un RONMP * Discussione finale sulle difficoltà tecniche incontrate Pratica Ore 19.00 Fine lavori primo giorno Ore 08.30 Inizio lavori secondo giorno Basi teoriche dell’Elettromiografia di superficie e della Kinesiografia computerizzata. Teoria * Il segnale elettromiografico di superficie e kinesiografico Teoria * Modalità di acquisizione e registrazione dei dati Teoria * Rappresentazione grafica del segnale Teoria * Posizionamento e applicazione degli elettrodi EMG Pratica • Controllo del corretto funzionamento del sistema • Esecuzione delle registrazioni EMG • Lettura e interpretazione dei tracciati EMG Pratica * Posizionamento e montaggio del magnete e dei sensori per la Kinesiografia computerizzata Pratica • Controllo del corretto funzionamento del sistema • Esecuzione delle registrazioni kinesiografiche • Lettura e interpretazione dei tracciati kinesiografici Pratica * Studio Elettromiografico e Kinesiografico di: Spazio, Libero, Posizione, Neutra, Dimensione, Deglutizione, Barriere, Myocentrica Jankelsoniana Pratica Ore 13.30 Pausa Ore 14.30 Ripresa lavori * Esecuzione su soggetti volontari di tracciati EMG-KIN (materiali e metodi) Pratica * Applicazione degli elettrodi per EMG. e TENS, Applicazione del magnete per KIN. Pratica * Realizzazione dei vari tracciati Pratica * Registrazione del rapporto mandibolo cranico (Myocentrica) con l’ausilio dell’EMG, KIN e TENS Pratica * Ampia discussione sulle indicazioni e sui limiti forniti dall’esame EMG e KIN (protesi, ortognatodonzia) Teoria * Introduzione al problema RONMP (Riequilibratore Occlusale Neuro Mio Posturale) Teoria Ore 19.00 Fine lavori secondo giorno Ore 08.30 Inizio lavori terzo giorno RONMP: principi fondamentali di utilizzazione Teoria * Indicazioni cliniche Teoria Semeiotica strumentale e Semeiotica fisica Pratica * Caratteristiche costruttive tecniche e Controindicazioni Teoria Ore 13.30 Pausa Ore 14.30 Ripresa lavori * Verifica dei RONMP costruiti durante il corso Pratica • Corrispondenza delle caratteristiche tecniche richieste • Fedeltà alla registrazione cranio mandibolare fornita • Controllo clinico del manufatto Pratica * Discussione di casi clinici e Discussione finale Teoria Ore 19.00 Fine lavori terzo giorno FASE TECNICA Ore 08.30 Inizio lavori primo giorno * R.O.N.M.P., principi e tecnica di realizzazione Teoria * Analisi del Myoprint pervenuto in laboratorio Teoria * Sgrossature del Myoprint Pratica Ore 13.30 Pausa Ore 14.30 Ripresa lavori * Posizionamento del paraboloide (Montaggio dei modelli su simulatore occlusale) Pratica * Posizionamento del Myoprint Pratica * Disegno del limite dei bordi del R.O.N.M.P. sul modello Pratica Ore 19.00 Fine lavori primo giorno Ore 08.30 Inizio lavori secondo giorno * Errori comuni da evitare Teoria * Costruzione degli elementi ritentivi Pratica * Zeppatura a spruzzo Pratica Ore 13.30 Pausa Ore 14.30 Ripresa lavori * Sgrossatura e rifinitura Pratica * Controllo contatti occlusali post rifinitura Pratica * Controllo finale del R.O.N.M.P. Pratica * Controllo clinico del prodotto tecnico Pratica Ore 19.00 Fine lavori secondo giorno

  • Dott. R. Cattaneo - Sig. R. Fiora
  • corso
  • San Benedetto del Tronto (ap)
  • Inizio: 2005-05-26 00:00:00 - Fine: 2005-05-28 00:00:00
  • Telefono: 0735/781520 | Fax: iapnor@iapnor.org

PROTESI TOTALE NEUROMUSCOLARE IN LABORATORIO

Il corso è indirizzato a coloro che vogliono acquisire nozioni pratiche delle fasi di laboratorio per la costruzione di una protesi totale neuromuscolare. Durante il corso verrà dato ampio spazio al lavoro pratico concernente gli aspetti caratteristici e salienti di questa tecnica, preceduto da supporto fotografico dei vari passaggi: montaggio su Terminus mediante il paraboloide, utilizzo delle registrazioni eseguite in studio della dimensione e dello spazio libero funzionale nel rispetto dei 3 confini dinamici, montaggio dei denti, modellazione del corpo protesico. Le fasi preparatorie comuni, che non rivestono una particolare importanza e che vengono date per acquisite (sviluppo modelli, costruzione dei porta-impronta individuali, boxaggio e valli), verranno esaminate con l’ausilio di immagini e discusse in rapporto alle esigenze del gruppo. Gli iscritti al corso saranno messi in grado di realizzare praticamente una protesi mobile totale neuromuscolare. PROGRAMMA ore 8.30 inizio lavori 1° giorno A) Porta impronte funzionalizzato con T.E.N.S. (1° confine) e preparazione alla registrazione del 2° e 3° confine - trattamento porta-impronte individuale in neuromuscolare - boxaggio teoria - sviluppo impronte definitive teoria - squadratura e rifinitura modelli definitivi teoria - basetta modulabile teoria - registrazione 2° confine teoria - vallo in cera inferiore (secondo Jankelson) teoria - vallo superiore teoria - registrazione 3° confine (spazio libero linguo-buccale; evidenziazione aree di conflitto tra funzione della lingua, delle labbra e delle guance) teoria - spazio libero bucco-linguale in soggetti edentuli, parzialmente edentuli. Casi esemplificativi teoria - realizzazione delle basette modulari. Casi esemplificativi teoria B) Simulazione del rapporto mandibolo-cranico ottenuto con T.E.N.S. (2° confine) pratica - trattamento della basetta modulabile con registrazione del rapporto mandibolo-cranico in precedenza eseguito su paziente dall’odontoiatra. pratica C) Spazio funzionale trasversale (3° confine) pratica - trattamento della basetta modulabile con registrazione del 3° confine (registrata in precedenza sul paziente). pratica ore 19.00 fine lavori 1° giorno ore 8.30 inizio lavori 2° giorno D) Montaggio in articolatore pratica - Terminus: caratteristiche e tecniche d’uso teoria - indicazioni e criteri di scelta del paraboloide. Casi esemplificativi teoria - posizionamento di arcate dentule teoria - posizionamento sul Terminus dei modelli utilizzati per il caso pratico teoria - metodo di montaggio, posizionamento e scelta del paraboloide pratica - importanza ed utilizzo della registrazione del 3°confine all’interno del rapporto mandibolo cranico pratica E) Montaggio denti - scelta del dente pratica - posizionamento e montaggio denti inferiori nello spazio libero linguo-buccale conparticolare attenzione alle aree di conflitto tra la funzione linguale, labiale e delle guance pratica - posizionamento e montaggio denti superiori pratica - contatti occlusali e controllo del montaggio pratica - modellazione del corpo protesico pratica - trasformazione in resina del corpo protesico teoria - riocclusione della protesi polimerizzata teoria - rifinitura – lucidatura teoria Ad ogni partecipante verranno forniti in sede corso: - n. 2 modelli edentuli in gesso extraduro - n. 1 placca in resina superiore con tampone d’occlusione - n. 1 placca in resina inferiore modulabile con tampone d’occlusione - n. 1 registrazione dello spazio libero linguo-buccale con evidenziazione delle aree di conflitto tra funzione della lingua, delle labbra e delle guance ore 18.00 verifica mediante questionario ore 18.30 chiusura lavori 2° giorno, consegna attestati di partecipazione

  • Sig. R. Fiora
  • corso
  • San Benedetto del Tronto (ap)
  • Inizio: 2005-04-22 00:00:00 - Fine: 2005-04-23 00:00:00
  • Telefono: 0735/781520 | Fax: iapnor@iapnor.org

SEMEIOTICA POSTURALE IN AMBITO ODONTOIATRICO

Il corso, articolato in 5 incontri propedeutici l’uno all’altro, rivede le basi di anatomia, fisiologia e neurofisiologia, nell’ottica di una gnatologia neuro-mio-posturale. Nelle varie fasi del seminario verranno evidenziate le correlazioni e i rapporti tra la postura generale e le problematiche occluso-cranio-mandibolari. A tale scopo il seminario evidenzia come la conoscenza delle varie tecniche diagnostiche e dei test funzionali presentati al corso rappresentano un prezioso ausilio clinico nell’analisi dinamica del sistema stomatognatico e dell’integrazione di tale sistema con la postura generale. I seminari permettono all’odontoiatra: a) di inquadrare eziologicamente la specifica via nella quale il corpo del paziente compensa e si adatta, creando disequilibri neuro-mio-posturali. b) di acquisire preziose informazioni sui problemi indotti da alterazioni posturali a livello occlusale (dimensione verticale, spazio libero, presenza di eventuali contatti non fisiologici, deglutizione deviata, correlazioni gnatologico-posturali) e altresì di valutare eventuali meccanismi patogenetici che possono scaturire da una incongrua ed errata riabilitazione protesica. 1° INCONTRO 15 - 16 Aprile 2005 1° Giorno inizio lavori ore 9.00 - Introduzione all'Osteopatia.Osteopatia cranica, i 5 componenti del Meccanismo di Respirazione Primario - Palpazione percettiva della mobilità fasciale - Aspetti anatomo-funzionali e biomeccanici dell'Occipite e dello Sfenoide - La flesso-estensione della Sincondrosi Sfeno-Basilare fine lavori primo giorno ore 19.00 2° Giorno inizio lavori ore 8.30 - Lineamenti embriologici dello sviluppo del neurocranio e dello splancnocranio. - Le lesioni fisiologiche della Sincondrosi Sfeno-Basilare; esperienza palpatoria. - Anatomia funzionale e biomeccanica dell'osso temporale. - Palpazione Temporale fine lavori secondo giorno ore 17.00 2° INCONTRO 13 - 14 Maggio 2005 1° Giorno inizio lavori ore 9.00 - Le lesioni non fisiologiche; esperienza palpatoria. - Anatomia funzionale e biomeccanica dell'Etmoide, Vomere, Mascellare, Palatini, Zigomatici. - Esperienza Palpatoria. - Revisione palpazioni lesioni della S.S.B. fine lavori primo giorno ore 19.00 2° Giorno inizio lavori ore 8.30 - Aspetti di continuità mio-fasciale tra la base cranica ed il resto del corpo - Ricerca palpatoria dei punti di repere a livello del Tronco, del Bacino e degli arti inferiori - Anatomia funzione e biomeccanica del Frontale e del Parietale. - Esperienza Palpatoria. fine lavori secondo giorno ore 17.00 3° INCONTRO 16 - 17 Settembre 2005 1° Giorno inizio lavori ore 9.00 - Sviluppo embrionale dell’apparato stomatognatico e sua integrazione neurologica - Aspetti neurali della disfunzione osteopatica e sue connessioni con l’infiammazione neurogena - La Deglutizione: Aspetti neurofisiologici e morfofunzionali - Cenni introduttivi sulle Barriere (Barriera Anatomica, Elastica, Fisiologica, di Restrizione) - Stato Occlusale, rapporti con la dinamica posturale sistematica, aspetti di anatomia funzionale - Test diagnostici e differenziali. fine lavori primo giorno ore 19.00 2° Giorno inizio lavori ore 8.30 - Palpazione della mobilità dei legamenti Sfeno - Mandibolari - Regione cranio-mandibolo-cervicale, aspetti di semeiotica osteopatica in ambito biomeccanico - Osteopatia cranica in ambito pediatrico, oftalmologico, otorinolaringoiatrico,fisiatrico - Discussione finale. fine lavori secondo giorno ore 17.00 4° INCONTRO 4 - 5 Novembre 2005 1° Giorno inizio lavori ore 9.00 VALUTAZIONE PAZIENTE STAZIONE ERETTA PER DETERMINARE LE AREE DI MAGGIORE DISFUNZIONE MUSCOLO-SCHELETRICA A) POSTERIORITA' - Livello delle orecchie - Angolo delle spalle - Angolo inferiore delle scapole Creste Iliache - Gran troncatere - Allineamento spinale in riferimento delle curve laterali B) LATERO - LATERALITA' - Curve vertebrali - Ampiezza articolare C) ANTERIORITA' - Linea Interpupillare - Spalle Ilei - Malleoli mediali - Altezza arco plantare - Valutazione simmetria di azione in deambulazione TEST MOBILITA' BACINO TEST FUNZIONALITA' FLESSIONE ERETTA - Funzionalità sacro iliaca - Retrazione I.T.P. (Ischio - peronei - tibiali) - Eventuale Spasticità dello psoas fine lavori primo giorno ore 19.00 2° Giorno inizio lavori ore 8.30 TEST FLESSIONE SEDUTA - Mobilità S.I.P.S. (Spine iliache postero superiori) TEST MOVIMENTO CERVICALE - Flesso estensione - Rotazione latero-flessione TEST MOVIMENTO TORACICO - Latero flessione-rotazione - Mobilità delle coste - Ampiezza Inspirazione-Espirazione - Test di Addison modificato TEST MOBILITA' ARTI INFERIORI - Rotazione interna - esterna - Estensione in rapporto alla funzionalità degli I.P.T. (Ischio - Peronei - Tibiali) FABERE TEST - Per malattie organiche dell'anca (flessione - abduzione - rotazione esterna) TEST VALUTAZIONE MOBILITA' - Ileo - sacrale, Sacro - Iliaca, pube - Interpretazione semeiologica con asse di Barrè - Test Posturali fine lavori secondo giorno ore 17.00 5° INCONTRO 2 – 3 Dicembre 2005 1° Giorno inizio lavori ore 9.00 - Nozioni di embriologia dello splancnocranio e del neurocranio - Barriere e sistema neuro-mio-fasciale (strutture di continuità anatomica) - Sistema segmentale aree di facilitazione (sistemi di integrazione) - Applicazione clinica dei concetti neuro-mio-fasciali in odontoiatria fine lavori primo giorno ore 19.00 2° Giorno inizio lavori ore 9.00 - Determinazione palpatoria dei precontatti e della dimensione verticale: verifiche - Anatomia funzionale della mandibola, dell’ATM e dei muscoli stomatognatico - Nozioni di semeiotica palapatoria cranica nella pratica odontoiatrica - Test diagnostici e differenziali ore 17.00 verifica mediante questionario ore 17.30 chiusura lavori e consegna attestati di partecipazione

  • F. Pizzolorusso D.O., Dott.ssa G. Barlafante D.O., Dott. V. Cozzolino D.O., N. Di Mattia D.O., Dott. E. Abbro D.O.
  • corso
  • San Benedetto del Tronto (ap)
  • Inizio: 2005-04-15 00:00:00 - Fine: 2005-12-03 00:00:00
  • Telefono: 0735/781520 | Fax: iapnor@iapnor.org

GNATOLOGIA NEURO-MIO-POSTURALE, T.E.N.S., ELETTROMIOGRAFIA, INTERPRETAZIONE TRACCIATI KNESIOGRAFICI

Il corso, della durata di tre giorni, rivede le basi di anatomia, fisiologia e semeiotica nell'ottica di una gnatologia neuro-muscolare. Spiega i principi di funzionamento degli strumenti di registrazione e misura (Kinesiografo - Elettromiografo) le ragioni dell'applicazione di uno strumento come la T.E.N.S. quale ausilio diagnostico e terapeutico per il rilevamento della centrica neuromuscolare. I fondamenti dai quali bisognerà partire per valutare un'occlusione e l'eventuale riabilitazione, dovranno nascere dalla fisiologica posizione neutra della mandibola di ogni singolo individuo in armonia con la dinamica cranio sacrale. Il corso è volto a comprendere la logica operativa delle osservazioni diagnostiche e delle risoluzioni terapeutiche sia semplici che complesse in protesi totale, fissa, su elementi naturali e su pilastri implantari; sulla diagnosi ortodontica e del suo indirizzo terapeutico. Si eseguiranno varie stimolazioni con T.E.N.S. e registrazioni del rapporto mandibolo cranico, con esami elettromiografici e kinesiografici a scopo dimostrativo. Inoltre verrà dato spazio alla discussione di esempi clinici di soggetti trattati e riabilitati con ampia documentazione E.M.G. e KIN. Nelle varie fasi del corso verranno evidenziate le correlazioni e i rapporti tra rachide e problematiche occluso-cranio-mandibolari, sviluppate attraverso la visione unitaria di discipline diverse (neurologia, otorinolaringoiatria, logopedia, fisiatria, osteopatia, oculistica) che ci permettono di valutare il paziente disfunzionale complesso in modo più generale. PROGRAMMA Ore 8.00 Inizio lavori 1° giorno - Discussione dei principi della Gnatologia Classica - Gnatologia Neuro muscolare (secondo B. Jankelson) Gnatologia Neuro-mio-posturale (secondo Luigi Balercia) a) Spazio libero b) Posizione neutra c) Dimensione verticale d) Piano occlusale e) Rapporto cranio mandibolare definizioni e misurazioni Anatomia - Studio delle strutture che determinano le relazioni tra apparato stomatognatico, cranio e resto del corpo. - Ossa: Rapporti tra complesso mascellare superiore, mandibola e ioide con il resto del cranio - ATM e rapporti con strutture vicine e lontane - Muscoli innervati dal V, VII, X, XI, paio dei Nervi Cranici; Lingua (XII); muscolatura cervicale posteriore. - Fascia cervicale Superficiale, Media e Profonda Nervi V, VII, X, XI, XII - Rapporti tra V e oculomozione - Propriocezione della muscolatura estrinseca dell'occhio - Sistema simpatico e Nervi Cervicali Spinali (con riferimento al Nervo frenico) - Fori d'emergenza dei Nervi Cranici e punti critici - Localizzazione superficiale del V e VII paio Nervi Cranici - Formazione reticolare e Fascicolo Longitudinale Mediale Fisiologia - Propriocezione - Introduzione alla valutazione del "movimento" - Sviluppo motorio - Apprendimento e controllo motorio - Teoria dei sistemi dinamici - Crescita cranica e dinamica cranica (M.R.P. Meccanismo Respiratorio Primario) - Deglutizione: tappa limitante nei processi di sviluppo e controllo posturale, motorio locale e generale Ore 19.00 Fine lavori 1° giorno Ore 8.30 Inizio lavori 2° giorno T.E.N.S. Teoria - Le basi elettro-neurofisiologiche della T.E.N.S. - Come e perché vengono stimolati i tronchi del V e VII paio Nervi Cranici. - Stimolazione elettrica-transcutanea a ultra bassa frequenza - Nozioni di elettroterapia Pratica Tutti i partecipanti saranno messi in grado di: - Conoscere la T.E.N.S. d'uso odontoiatrico - Applicare nel punto appropriato gli elettrodi - Imparare ad individuare la soglia clinica ed il punto neutro individuale della mandibola (Rest - Position) - Misurare la dimensione verticale individuale - Registrare il rapporto cranio mandibolare individuale con Myoprint sotto T.E.N.S. - Montare i modelli in gesso dei soggetti esaminati con myoprint - Fare diagnosi e proporre la terapia Elettromiografia di Superficie e Kinesiografia Teoria - Considerazione sull'Elettromiografia e sulla Kinesiografia - Neurofisiologia della trasmissione nervosa e della contrazione muscolare - Le applicazioni in odontostomatologia dell'EMG. e della Kin. - EMG. e KIN. di base Ore 19.00 Fine lavori 2° giorno Ore 8.30 Inizio lavori 3° giorno - EMG. e KIN. "attivato" in funzione "specifica" e "generica" - EMG. e KIN. come strumento di controllo dell'efficacia ed efficienza della T.E.N.S. Pratica - Gli elettrodi e sede di applicazione - Lettura ed interpretazione dei tracciati Elettromiografici - Protocollo elettromiografico a) Analisi dei tracciati di base b) Analisi dei tracciati attivati - Cartella clinica kinesiografia - Lettura ed interpretazione dei tracciati Kinesiografici - Studio funzionale dinamico utilizzando Elettromiografia e Kinesiografia in modo contemporaneo Durante il corso verranno utilizzati gli strumenti sopra citati per documentare e dimostrare gli argomenti teorici sviluppati (Anatomia - Fisiologi ), non dimenticando mai che gli strumenti sono ausili diagnostici e terapeutici che devono seguire il pensiero clinico e non prevederlo. Si eseguiranno varie stimolazioni con T.E.N.S. e registrazioni del rapporto mandibolo cranico, con esami elettromiografici e Kinesiografici a scopo dimostrativo. Inoltre verrà dato spazio alla discussione di esempi clinici di soggetti trattati e riabilitati con ampia documentazione EMG. e KIN. - Riequilibratore Occlusale: principi fondamentali, tecnica di realizzazione Ore 16.45 Verifica mediante questionario Ore 17.15 Chiusura lavori e consegna degli attestati

  • Dott. Ruggero Cattaneo
  • corso
  • San Benedetto del Tronto (ap)
  • Inizio: 2005-03-10 00:00:00 - Fine: 2005-03-12 00:00:00
  • Telefono: 0735/781520 | Fax: iapnor@iapnor.org

Elevatore Linguale Balercia (E.LI.BA)

PRESENTAZIONE Il Corso fornisce le basi per progettare e realizzare in laboratorio l’ELEVATORE LINGUALE BALERCIA, nel rispetto delle informazioni anatomo-funzionali della registrazione con il Myoprint. Particolare importanza sarà data ai mezzi di ancoraggio del manufatto evidenziando i comuni errori nella tecnica di realizzazione. Ogni partecipante realizzerà un Elevatore Linguale Balercia (E.LI.BA.) seguito dal relatore. PROGRAMMA Ore 8.30 inizio lavori 1° giorno TEORIA • Introduzione: Elevatore Linguale Balercia • L’ELIBA in ortodonzia • L’ELIBA in protesi parziale • L’ELIBA in protesi totale • L’ELIBA in protesi fissa • Errori comuni da evitare Ore 18.30 chiusura lavori 1° giorno Ore 8.30 inizio lavori 2° giorno PRATICA • Analisi del Myoprint pervenuto in laboratorio • Duplicatura del Myoprint con particolare attenzione all’anatomia dell’impronta • Modellazione dell’ancoraggio • Brasatura • Rifinitura • Controllo del manufatto • Discussione finale Ore 18.00 verifica mediante questionario Ore 18.30 chiusura lavori 2° giorno e consegna attestati di partecipazione AD OGNI PARTECIPANTE VERRANNO FORNITI IN SEDE CORSO: MODELLI IN GESSO EXTRADURO TIPO IV DUPLICATURA IN SILICONE DEL MYOPRINT FILI CROMO-COBALTO DIAMETRO 0,7 – 0,8 – 1,3 RESINA ACRILICA – SALDAME PER FILI ORTODONTICI – MATERIALE PER SALDATURA TIPO FLUX

  • Sig. Dino Capparè
  • corso
  • San Benedetto del Tronto (ap)
  • Inizio: 2004-07-02 00:00:00 - Fine: 2004-07-03 00:00:00
  • Telefono: 0735/781520 | Fax: iapnor@iapnor.org